Pensare fuori dalla scatola

Sin da quando ho dato vita a questo blog il mio intento principale è stato quello di riportare le mie esperienze e le mie conoscenze al fine di promuovere lo sblocco del vostro potenziale latente, in ognuno di noi vi è una parte di un progetto universale dalle proporzioni gigantesche: non solo abbiamo la fortuna di pensare e muoverci a nostro comando ma abbiamo una coscienza e con essa siamo in grado di avvicinarci al lato più misterioso e affascinante della vita.. la verità.

La nostra libertà di pensiero però, ogni giorno corre dei rischi e incappa in alcuni ostacoli che la limitano o non la lasciano esprimere nella loro forma più naturale e sincera.

Non vi capita mai di pensare ” ma è giusto ciò che faccio?”, “ha senso questo o quest’altro concetto?”, “è veramente cosi che noi umani dobbiamo vivere?”

Magari dentro di voi avete uno scontro di due forze che ogni tanto bussa alle porte della vostra coscienza e vi dice di intervenire in quel dannato conflitto esprimendo un vostro giudizio del tipo: mi schiero dalla parte della razionalità oppure do retta a ciò che le mie sensazioni mi comunicano?

Spesso non sapete cosa scegliere e ciò che ne risulta è uno stato confusionale seguito da una sorta di apatia o “richiamo alla pigrizia” in cui vi ritirate ad una vita spesso malamente condita da vizi (che siano il gioco, l’alcol e una dieta scorretta) e impieghi lavorativi che vi danno soltanto l’illusione di aver trovato un senso alla vostra vita quando invece.. dentro voi sapete benissimo che state soffrendo.

Non è colpa vostra.. oggigiorno vi sono opinioni discordanti riguardo la scelta di un lifestyle più “giusto” di altri, c’è chi sceglie una vita basata di pure emozioni ma estremamente rischiosa o chi segue un filo ben programmato di logiche e schemi che condurranno ad una vita probabilmente più sicura e gestibile.

Non vi è una scelta giusta tra le due, per intenderci: noi uomini abbiamo creato la giustizia per il bene e la sicurezza ma abbiamo creato gli sport estremi per il brivido e per le emozioni seppur la parola “estremi” indichi un rischio fatale per coloro che svolgono tali attività.

Il vero problema è che siamo abituati a pensarla secondo una rigida corrente di schemi che cercano di dare un senso a ciò che esiste ma in realtà solo noi abbiamo deciso di dare questi ordini che in parte non risultano utili ma limitanti, possono sembrare sensati per la storia del mondo e dell’uomo e per chi vive una vita rigorosamente logica e pura dai peccati, ma per chi vive di emozioni la logica altro non è che uno strumento per raggiungere i propri scopi.

Ciò che veramente volete, Spesso vi appare sotto forma di sogni e altre volte è mascherato da frustrazioni, pigrizia e false forme di felicità, ma se veramente state vivendo ciò che vi piace probabilmente vi svegliate la mattina e non vedete l’ora di alzarvi dal letto per vivere. Voi siete cosi?

Direte: “ma certo Daniè, in un paese come questo magari a poterselo permettere di seguire quello che voglio e poi se veramente dessi ascolto ai miei sogni e istinti mi prenderebbero per matto”. Ecco, anche qui viene fuori ciò che più ci limita in assoluto: la distinzione tra normale e diverso, il primo è ciò che la società controlla bene e che tutti danno per scontato, il secondo è più tosto da mettere in riga, è pazzo, è rischioso e scomodo da prevedere.

Non vi piacerebbe arrivare alla vecchiaia ed avere una storia bellissima da raccontare che lascia tutti senza fiato ogni volta e che al solo pensiero fa illuminare gli occhi sia a voi che ai vostri ascoltatori? O preferite arrivare a 90 anni suonati e dire: ho sempre lavorato come impiegato alle poste e sono sopravvissuto fino a qui.

Ripeto che non vi è una scelta giusta o sbagliata.. questi sono concetti che l’uomo ha inventato da se e per se, dopotutto vi sembra giusto mangiare carne di un essere che prima aveva vita come voi? Per alcuni è il ciclo della vita e per altri è semplicemente ingiusto.. ma queste due ipotesi vedendo i fatti così come ci vengono posti, cosa sono se non giustificazioni o comunque preconcetti che noi per un motivo o per un altro ci imponiamo?.. Magari perché siamo stati educati cosi o magari perché la religione o la logica li vedono come fatti GIUSTI e noi cresciamo attraverso queste due materie altrimenti saremmo animali, selvaggi come quelli che popolano il mondo, ma anche qui.. la scelta è stata nostra di non essere bestie, perché abbiamo una coscienza.

Vado al punto: i più grandi geni e scopritori non si sono accontentati di accettare le verità cosi come ci vengono trasmesse ma le hanno sfruttate per andare oltre, per vivere bene e per poter poi raccontare la loro storia mozzafiato in cui hanno vissuto senza alcun limite, per avvicinarsi ulteriormente al senso profondo della vita.. a mio avviso questo senso esiste dal momento che lo ricerchiamo giorno dopo giorno, sperimentando, giocando e vivendo.

Finché non ascolterete voi stessi, logica ed emozioni altro non potranno che sopraffarvi come concetti al di sopra dell’essere umano, soltanto quando imparerete a pensare al di fuori della scatola potrete veramente tirare fuori idee e concetti non ancora svelati. Non abbiate paura dei vostri limiti fisici, piuttosto vagate con la mente come se non ci fosse un domani. Pensate, ascoltatevi e vivetevi questo è tutto.

In uno dei prossimi articoli pubblicherò sotto forma di lista una serie di ostacoli al vostro sviluppo personale e che vi impediscono di pensare fuori dalla scatola, inoltre, se avete argomenti sui quali posso dire la mia come adesso, non abbiate paura a contattarmi, è grazie al confronto e all’esperienza che impariamo sempre cose nuove e ci avviciniamo alla felicità.

pensare-fuori-dalla-scatola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...